Maltempo: la Protezione civile del Veneto parte in aiuto del territorio modenese

Partita nelle scorse ore un'importante colonna mobile di aiuti per le popolazioni colpite dal maltempo. Bottacin: «Veneto sempre in prima linea nelle emergenze nazionali»

Foto tratta da ModenaToday

Una colonna mobile della Protezione Civile regionale del Veneto, 200 volontari attrezzati ed esperti in monitoraggio arginale, è pronta a partire alla volta di Modena, città colpita in queste ore da una forte ondata di maltempo. 

«Il Dipartimento di Protezione Civile nazionale – spiega Gianpaolo Bottacin, assessore regionale alla Protezione Civile del Veneto -  ha comunicato che, a causa del livello dei fiumi del modenese, il presidente del Consiglio dei ministri ha firmato la dichiarazione dello stato di mobilitazione del Servizio nazionale della Protezione civile, accogliendo la richiesta del presidente della Regione Emilia-Romagna, colpita da una forte ondata di maltempo». La mobilitazione straordinaria del Servizio nazionale a supporto dei sistemi regionali interessati consente il coinvolgimento coordinato delle colonne mobili delle altre Regioni e Province autonome, del volontariato organizzato di protezione civile e delle strutture operative nazionali, attraverso il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile nazionale. 

«Si tratta di un nuovo strumento – spiega ancora l’assessore Bottacin - introdotto dal Codice della protezione civile che permette di rispondere a situazioni di eccezionale criticità previste e in atto. In supporto alle autorità locali di protezione civile è stata disposta l’allertamento della nostra colonna mobile regionale che si è messa subito a disposizione. Si tratta di 200 volontari attrezzati con sacchi ed esperti in monitoraggio arginale e che approfitto per ringraziare per la disponibilità. Un team di esperti del Dipartimento della Protezione civile sta raggiungendo Modena per fornire assistenza alle autorità locali. Ancora una volta siamo stati chiamati e stiamo rispondendo con le nostre energie, – conclude Bottacin – la Regione del Veneto mette a disposizione uomini, mezzi ed esperienza, in stretto raccordo con il Dipartimento di Protezione Civile nazionale, a supporto dei territori e delle popolazioni oggi in situazione di rischio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento