rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità

Trasporto pubblico, Conte (Anci Veneto): «Aumento del costo dei biglietti scelta obbligata»

Aggiunge il sindaco di Treviso: «Lasciare ai sindaci come unica soluzione quella di alzare il costo dei biglietti, andando così a incidere sui cittadini, non può essere la soluzione: non possiamo e non dobbiamo sprecare tutti gli investimenti in energie alternative e mobilità sostenibile che abbiamo messo in campo nei territori»

«Molti primi cittadini delle città capoluogo si trovano a dover fronteggiare il tema dell'aumento dei costi del trasporto pubblico locale e la scelta obbligata è stata quella di ritoccare il costo dei biglietti per far fronte alle emergenze di bilancio. Penso alla mia Treviso ma anche ai colleghi di Padova, Verona e Belluno ad esempio. Ecco, se a fronte della maggiorazione dei costi di energia e carburante che le aziende di trasporto hanno dovuto affrontare, risulta inevitabile alzare le tariffe, io penso che sia giunto il momento di un cambio di rotta e di visione che guardi maggiormente alle politiche per l'ambiente piuttosto che solamente a quelle dei trasporti. In questi anni le aziende di trasporto e gli enti locali hanno investito tanto in mezzi ecologici, a metano, elettrici e per assurdo è stata proprio questa scelta virtuosa a risultare “costosa” in seguito alla crisi e alla guerra. Lasciare ai sindaci come unica soluzione quella di alzare il costo dei biglietti, andando così a incidere sui cittadini, non può essere la soluzione. Non possiamo e non dobbiamo sprecare tutti gli investimenti in energie alternative e mobilità sostenibile che abbiamo messo in campo nei territori»: così Mario Conte, presidente regionale di Anci - Associazione nazionale comuni italiani e sindaco di Treviso, interviene sulla questione del trasporto pubblico locale.

Aggiunge Conte: «Aumentare il Fondo Nazionale Trasporti è un provvedimento che mi trova d’accordo, ma non basta più: serve un cambio di paradigma, ed è per questo che lancio un appello al Governo affinché si inizi a ragionare di trasporto pubblico locale come un investimento sul futuro, sull'ambiente. Bisogna avere il coraggio di investire i fondi della transizione ecologica nel trasporto pubblico locale, riducendo il costo dei biglietti anziché aumentarlo. Se fosse per me, farei in modo che il trasporto pubblico locale fosse gratis. Abbiamo visto che la sperimentazione in Germania e in altri paesi ha funzionato, c'è stato un aumento di utilizzo del mezzo pubblico, con conseguente diminuzione di CO2 e di traffico. Certo, l'operazione ha un costo, ma bisogna avere il coraggio di affrontarlo, con lo sguardo rivolto al futuro e alle nuove generazioni. Sono certo che tutti i sindaci dei capoluoghi del Veneto la pensano come me e porteremo dunque a Roma la nostra istanza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, Conte (Anci Veneto): «Aumento del costo dei biglietti scelta obbligata»

TrevisoToday è in caricamento