La corsa più lenta d'Italia sbarca a Mogliano, torna "La Lentissima"

Dopo il successo della prima edizione, tra le vie del centro di Treviso, torna anche quest'anno "La Lentissima". Chi sarà il più lento?

MOGLIANO VENETO Dopo il successo della prima edizione, tra le vie del centro di Treviso, torna anche quest'anno "La Lentissima". Una sfida goliardica, ecologica e per tutti dove a vincere sarà chi arriva ultimo! L’obiettivo è creare unione tra i partecipanti, sensibilizzare l’utilizzo della bici nella quotidianità e far riscoprire il piacere della lentezza affermano gli organizzatori. La sfida al più lento sarà il 13 Settembre a Bonisiolo di Mogliano Veneto, organizzato in collaborazione con "Rosa & Baffo Pub".

Sei e solo sei semplici regole:

  • Durante il percorso di gara è vietato appoggiare il piede a terra.
  • Puoi partecipare alla Lentissima con qualsiasi tipologia di bici purché non sia una scatto fisso. Durante tutto il periodo di gara è vietato appoggiarsi a cose e/o persone.
  • I piedi devono sempre stare sui pedali.
  • La bici deve essere sempre in moto continuo, seppure lentissimo.
  • Sono vietati salti a freni tirati e posizioni di stallo.

L'Edizione zero, si è svolta il 6 luglio 2017, tra le vie del centro storico del capoluogo trevigiano. Partenza da piazza Rinaldi e arrivo in piazza Trentin, con un cortissimo ma ostico percoso di ben 100 metri. 60 partecipanti al via alle 19, ma il più lento ha tagliato il traguardo ben 19 minuti dopo. La lentissima ora è pronta a ripartire! Chi sarà il più lento?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento