Rapina e schiaffi per pochi euro: due arrestati dai carabinieri

L'episodio nel pomeriggio di sabato 28 dicembre a Castello di Godego. Tre adolescenti di 13 e 14 anni sono stati picchiati e derubati. In tasca avevano poco meno di 18 euro

Aggressione in strada (Foto d'archivio)

Nella tarda serata di sabato 28 dicembre a Castello di Godego, i carabinieri di Castelfranco Veneto hanno individuato e arrestato due ragazzi del posto, accusati di rapina e lesioni personali ai danni di tre adolescenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto ha avuto inizio nel tardo pomeriggio di sabato quando i 3 ragazzini, di età compresa tra i 13 e i 14 anni, mentre passeggiavano in via Paolo Piazza, sono stati raggiunti da un marocchino 25enne e da un 22enne di origini siciliane, anch’essi residenti in zona, i quali hanno iniziato a minacciarli e spingerli per farsi dare i soldi che avevano nei portafogli. Spaventati, gli studenti hanno consegnato agli aggressori i pochi spiccioli che avevano nelle tasche (poco meno di 18 euro) nella speranza di potersi allontanare senza altre conseguenze. Purtroppo però uno dei tre adolescenti è stato colpito da un violento schiaffo al volto sferratogli dal 22enne. La scena è stata notata da alcuni passanti che hanno subito avvertito i carabinieri di Castelfranco. I responsabili sono stati rintracciati poche ore più tardi con addosso il denaro rubato. A quel punto i due delinquenti hanno cercato di opporre resistenza ma i carabinieri sono riusciti a fermarli. Nel frattempo lo studente colpito dallo schiaffo è stato portato in pronto soccorso dove gli è stato diagnosticato un “trauma cranico non commotivo” guaribile in 5 giorni. Al termine delle indagini i due indagati sono stati messi agli arresti domiciliari per i reati di rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Dovranno rimanere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento