Cronaca

Attese in pronto soccorso a Castelfranco: le scuse dell'Ulss 8

Disagi e attese per i pazienti al pronto soccorso castellano. In servizio solo due medici. Il direttore sanitario sul posto per verificare la situazione

CASTELFRANCO VENETO La direzione dell'Ulss 8 si è scusata con i propri pazienti per i disagi subiti da chi nel pomeriggio di lunedì ha atteso a lungo per essere assistito presso il pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo di Castelfranco Veneto.

A determinare l'attesa, per circa una trentina di persone, una serie di concause a partire dalla mancanza, in questi giorni, di più medici di pronto soccorso per malattia, per gravidanza e, più in generale, per la carenza di personale che sta caratterizzando l'ospedale nell'ultimo periodo. Questo ha fatto sì che nel pomeriggio di lunedì fossero in servizio solo due medici impegnati a gestire l'attività ambulatoriale (codici rossi, verdi, gialli e bianchi), l'osservazione breve intensiva e l'emergenza territoriale.

Il direttore sanitario, Paola Corziali, si è così recato subito nel pronto soccorso per verificare la situazione e per informare i pazienti in attesa. Ha anche invitato i pazienti, laddove possibile, di rivolgersi alle cure del pronto soccorso di Montebelluna e cercato la disponibilità di altri medici in attività in altri reparti per intervenire a supporto del pronto soccorso in modo da avviare la gestione assistenziale dei pazienti. "Visti i disagi, la direzione dell'Ulss 8 porge le proprie scuse a pazienti e familiari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attese in pronto soccorso a Castelfranco: le scuse dell'Ulss 8

TrevisoToday è in caricamento