menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, non è finita: stato di preallarme nella Marca fino a lunedì

Tra domenica 16 e lunedì 17 febbraio è previsto un peggioramento delle condizioni meteorologiche, con rovesci in particolare nel Veneto centro-settentrionale

Dopo qualche giorno di tempo stabile, la pioggia torna a minacciare il Veneto. Già nella giornata di domenica sono previste precipitazioni, prima deboli e sparse nella zone montane, e poi progressivamente estese e più intense fino ad arrivare in pianura nelle prime ore di lunedì 17 febbraio.

In particolare nelle zone centro-settentrionali della regione, non si escludono rovesci, che dovrebbero diradarsi a partire dal tardo pomeriggio di lunedì.

E il ritorno della pioggia fa scattare di nuovo l'allarme: sabato pomeriggio il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto ha dichiarato, dalle ore 12 di domenica 16 febbraio alle ore 20 di lunedì 17 febbraio, lo stato di preallarme per rischio idrogeologico nelle zone dell'Alto Piave (provincia di Belluno), dell'Alto Brenta-Bacchiglione (province di Vicenza, Belluno e Treviso), dell'Adige-Garda e Monti Lessini (province di Verona e Vicenza), di Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige (province di Rovigo Verona, Padova e Venezia) e del Basso Brenta – Bacchiglione (province di Treviso, Padova, Vicenza, Verona e Venezia).

La protezione civile ha inoltre dichiarato lo stato di attenzione per rischio idrogeologico nelle aree del Basso Piave, Sile e bacino scolante in laguna (province di Treviso, Venezia e Padova) e del Livenza, Lemene e Tagliamento (province di Venezia e Treviso).

E' scattato anche lo stato di preallarme per rischio idraulico nelle zone del Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige e del Basso Brenta – Bacchiglione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento