rotate-mobile
Cronaca Paese

Cadavere nel Bacchiglione, nuovo confronto con Marianna Cendron

Un altro corpo di donna, dopo quello trovato in Francia, è stato rinvenuto nelle acque del fiume Bacchiglione, nel Padovano. Disposti gli esami per verificare se si tratti di Marianna Cendron

Le acque del fiume Bacchiglione hanno restituito il cadavere di una giovane donna, nel Padovano, e anche in questo caso, come per il corpo ritrovato carbonizzato in Francia, non si esclude la possbilità che si tratti di Marianna Cendron.

A pochi giorni dalla scoperta del cadavere in Provenza, i vigili del fuoco hanno recuperato le spoglie di una giovane donna, dall'età apparente di vent'anni, nelle acque del Bacchiglione a Cervarese Santa Coroce (PD).

Gli inquirenti hanno già disposto l'esame autoptico per identificare la vittima, che potrebbe essere la 18enne di Paese scomparsa lo scorso 27 febbraio.

Non si hanno ancora gli esiti delle analisi, effettuate venerdì dall'istituto di medicina legale di Padova, ma secondo le primissime ipotesi i resti sarebbero rimasti in acqua per settimane, forse addirittura sei. Un periodo compatibile con quello della scomparsa di Marianna.

Tuttavia la conferma arriverà solo con l'autopsia, dal momento che le piogge di questi giorni potrebbero aver influito pesantemente sullo stato di conservazione del cadavere.

Sempre secondo le prime valutazioni la vittima potrebbe essere finita in acqua molto più a monte, addirittura nel Vicentino, ed essere stata trascinata a Cervarese Santa Croce dalla corrente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere nel Bacchiglione, nuovo confronto con Marianna Cendron

TrevisoToday è in caricamento