menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce al sindaco Andretta, il responsabile è un operaio in mobilità

L'uomo, un 50enne, avrebbe agito mosso dalla delusione per aver visto rifiutata la sua richiesta di variante a un'area di sua proprietà. A lui ha condotto la perizia calligrafica

Ha un nome e un volto l'autore delle minacce al sindaco di Vedelago, Cristina Andretta. Secondo quanto riportato dalla Tribuna di Treviso, si tratta di un 50enne del posto, un operaio in mobilità.

L'uomo, convocato in caserma dai carabinieri, ha ammesso la propria responsabilità e ha dichiarato di voler incontrare il sindaco.

Il 50enne aveva lasciato alcuni biglietti minatori al cimitero di Vedelago, a fine novembre, che erano stati rinvenuti da alcune donne. Nei messaggi l'uomo inveiva contro Andretta e la sua giunta: "Gesù salvami da questa amministrazione", "Gesù liberami dalla Cristina", "Pensano solo alle loro pance e non alle famiglie".

L'operaio è stato incastrato dalla perizia calligrafica condotta sui foglietti. I sospetti si sono presto concentrati su di lui, che avrebbe agito mosso dalla delusione per una richiesta di variante a un'area di sua proprietà negata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento