Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Il denaro delle truffe investito in un terreno, scatta la confisca

Il provvedimento del tribunale di Venezia: si tratta di un terreno agricolo per un valore di 33mila euro che si trova nel Comune di Paese ed era di proprietà di una donna residente a Treviso

La Questura di Treviso

Nella giornata di ieri, 22 febbraio, la Questura di Treviso, in ottemperanza al Decreto emesso dal Tribunale di Venezia, sezione specializzata delle misure di prevenzione, ha proceduto alla confisca di un terreno agricolo per un valore di 33mila euro insistente nel Comune di Paese, di proprietà di una donna residente a Treviso, moglie e intestataria fittizia di un noto esponente della famiglia dei Levakovic.

L’attività in argomento è il risultato di una articolata indagine patrimoniale condotta, anche avvalendosi del prezioso contributo informativo della locale Compagnia della Guardia di Finanza, dalla Divisione Anticrimine, che ha permesso di dimostrare come l’acquisto del terreno sia stato effettuato mediante il reimpiego di denaro proveniente da attività illecite, in particolare truffe, perpetrate dal coniuge della donna, persona già nota alle forze di Polizia.

L’attività di ieri era è stata preceduta dal sequestro preventivo del bene immobile, eseguito il 24 maggio 2019, su disposizione dal Tribunale di Venezia, a seguito della richiesta della Divisione Anticrimine di Treviso. Il terreno è stato messo nella disponibilità dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il denaro delle truffe investito in un terreno, scatta la confisca

TrevisoToday è in caricamento