menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ulderico Baldonero

Ulderico Baldonero

Pioniere del rugby ed ex muratore, il Covid si porta via "El puma"

Ulderico Baldonero, 71enne di Paese, era ricoverato dallo scorso 26 dicembre in ospedale a Feltre. Colpito dalla polmonite era inizialmente risultato negativo ai test rapidi a cui era stato sottoposto al Ca' Foncello

In molti, a Paese e non solo, lo conoscevano per il suo soprannome, "El puma": gli era stato affibbiato fin da ragazzino quando era una giovane promessa del rugby (agli albori dell'introduzione di questo sport nella Marca) ed era appunto veloce e agile, come il noto felino. Ulderico Baldonero, pensionato di 71 anni, è mancato venerdì scorso all'ospedale di Feltre dove si trovava ricoverato fin dallo scorso 26 dicembre: a stroncarlo è stato il Covid-19. I primi segnali del contagio erano comparsi prima di Natale, il 22 dicembre, con una forte polmonite: i primi test rapidi effettuati al Ca' Foncello di Treviso non avevano rivelato la positività al coronavirus. La scoperta -riferiscono i famigliari- è avvenuta qualche giorno dopo, con un test molecolare. Baldonero, le cui condizioni sono apparse fin da subito gravi, è rimasto ricoverato in terapia intensiva per oltre un mese, fino alla resa, venerdì scorso. Il funerale sarà celebrato mercoledì 3 febbraio, alle 10.30, presso la chiesa Arcipretale di Paese. Il 71enne non si era mai sposato e viveva a Paese, in via Trieste. In queste ore lo piangono le sorelle, entrambe religiose, suor Irma e suor Monica, i fratelli che vivono in Canada, Angelo, Davide, Zafferino e Cornelio, Elena e i nipoti Leonardo e Luca.

"El puma" ha lavorato per tanti anni come muratore per alcune aziende edili della zona di Paese, tra cui la "Pio Guaraldo" e la "Mattarollo": un'importante opera che coordinò molti anni fa, ricorda il parroco don Giuseppe, fu il restauro della chiesa parrocchiale di Paese che era a rischio crollo. Di animo generoso e gentile, Ulderico Baldonero, continuò dopo la pensione ad aiutare la comunità in cui viveva ma non solo: con altri ex muratori si è recato in più occasioni in Africa a offrire il suo aiuto per la costruzione di scuole e altri edifici fondamentali per la crescita dei paesi del terzo mondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento