Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Povegliano

Malore in casa, muore militante leghista

Michele Montagner, 47 anni, residente a camalò di Povegliano, era un dipendente della Usl 2. Dal 2008 si era dato alla politica attiva, partecipando anche alle elezioni comunali a Treviso dove era molto conosciuto. Fatale un infarto, avvenuto in casa ieri 1 settembre

E' stato trovato esanime in casa, a Camalò, dalla moglie: purtroppo l’intervento del personale del Suem accorso con l’elicottero, intorno alle 14 di ieri 1 settembre, non è servito a nulla. E' stato un infarto a provocare la morte di Michele Montagner, 47 anni, una grande passione per la politica che lo aveva portato ad essere un militante attivo della Lega. La sua improvvisa dipartita è stata accolta con sgomento negli ambienti della politica e ha creato un vasto cordoglio

«Era un amico vero, oltre che un collega di partito, lui c’era sempre per un consiglio o per approfondire il contatto con qualche realtà territoriale – commenta Dimitri Coin, segretario provinciale del Carroccio – ho avuto anche l’onore di fargli da testimone al matrimonio». «Esprimo a nome di tutti i militanti della Lega di Treviso, la vicinanza alla moglie e alla famiglia – dice il segretario cittadino Marco Tonellato – è sempre stato combattivo, aperto al confronto e al dialogo. Non ci credo ancora».

Montagner, che da da alcuni anni combatteva contro il Parkinson, lavorava all’ufficio tecnico dell’ospedale Ca’ Foncello, dopo essere stato occupato come oss nelle case di riposo dell’Israa e in Geriatria a Treviso. Dopo il matrimonio con Viviana si era trasferito nel paese di lei, Camalò di Povegliano. Molto conosciuto a Treviso, soprattutto nel suo quartiere San Giuseppe, era stato candidato alle scorse amministrative nella lista "Lega Conte Sindaco" senza però riuscire a essere eletto. I funerali  verranno fissati nei prossimi giorni.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in casa, muore militante leghista
TrevisoToday è in caricamento