menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricerca e innovazione: dalla Regione sei milioni di Euro per lo sviluppo universitario

La Regione Veneto finanzia 140 progetti di ricerca e innovazione. Pubblicati online i risultati del bando per lo sviluppo di idee intelligenti e innovative. Notevoli i risultati finali

TREVISO Un sistema per rendere più efficienti le reti idriche e gli acquedotti con modelli di ingegneria informatica, nuove app per il turismo tematico, tecnologie per l’atterraggio pilotato di droni, antichi relitti sommersi restituiti in 3D per musei virtuali, la rigenerazione urbana attorno al parco scientifico Vega di Porto Marghera: sono alcuni dei 140 progetti di ‘ricerca e innovazione’ nati in seno alle università venete e finanziati alla Regione Veneto con i fondi FSE nel 2016.

Progetti di ricerca applicata e di innovazione tecnologica, che centinaia di ricercatori andranno a realizzare con 482 aziende ‘partners’, grazie agli assegni di ricerca (2 mila euro al mese) finanziati dalla Regione. La graduatoria dei progetti approvati e finanziati per il 2016 è da ieri online nel sito istituzionale della Regione. Al secondo bando promosso dalla Regione, rivolto ai quattro atenei veneti per valorizzare la ricerca applicata e favorire l’innovazione e la competitività aziendale, hanno partecipato 279 progetti di ricerca di innovazione, con una richiesta complessiva di finanziamento per 11 milioni di euro. I 140 progetti selezionati e finanziati coinvolgono 482 imprese, di cui 179 medio grandi, e sviluppano ricerche e possibili trasferimenti d’azienda negli ambiti dell’agrifood, dell’abitare sostenibile, della manifattura ‘intelligente’ e dell’industria creativa. L'assessore regionale alla Formazione e lavoro con delega anche all'università ha commentato con queste parole l'iniziativa: "Vista la propensione degli atenei e delle aziende all'interscambio progettuale e la grande partecipazione al bando, ho deciso di raddoppiare le risorse inizialmente previste, raggiungendo la ragguardevole somma di 6 milioni anche al fine di per premiare e incentivare la collaborazione tra i quattro atenei. Dei 140 progetti presentati, 40 vedono l’interazione tra i diversi poli universitari del Veneto. Le risorse pubbliche vanno utilizzate tutte, e bene,  meglio se in modo interdisciplinare, per rigenerare imprese e valorizzare le intelligenze del territorio."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento