rotate-mobile
Cronaca San Fior

Ordinanza anti-prostitute: l'ex sindaco di San Fior porta a processo "La Zanzara"

Il Gip non ha archiviato la querela per diffamazione aggravata presentata da Gastone Martorel contro l'intero staff della nota trasmissione di Radio24. In tribunale anche Lucia da Pordenone, l'escort che aveva alimentato la polemica

Nuovo capitolo per la vicenda giudiziaria che vede coinvolti l'ex sindaco di San Fior, Gastone Martorel, e l'intero staff de "La Zanzara", il programma radiofonico condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo. Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il giudice per le indagini preliminari, Marco Biagetti, ha deciso di non archiviare la querela per diffamazione presentata dall'ex primo cittadino di San Fior. Si andrà dunque a processo e in aula saranno chiamati non solo Cruciani e Parenzo ma anche tutto lo staff de "La Zanzara": Pietro La Corte, Roberto Napoletano e Guido Gentili. In aula sarà sentita anche Lucia da Pordenone la prostituta che, all'epoca dei fatti, aveva contribuito ad alimentare la polemica.

I fatti

La vicenda era iniziata nel 2017 quando Lucia da Pordenone aveva telefonato a Radio24 dicendo di essere stata multata (100 euro di contravvenzione) in strada a San Fior per esercizio della prostituzione. La sanzione era scattata dopo l'entrata in vigore dell'ordinanza "anti-lucciole" firmata dall'allora sindaco Martorel per limitare il fenomeno della prostituzione nel suo Comune. Durante i suoi interventi telefonici a "La Zanzara" Lucia da Pordenone aveva accusato Martorel di aver firmato l'ordinanza per "sanare un deficit di oltre due milioni di euro per la caserma dei carabinieri di Orsago" che però non c'entrava nulla con il comune di San Fior. Martorel era stato definito dalla prostituta un "bastardo, scemo e leghista di m....", frase usata da "La Zanzara" in una sigla musicale mandata in onda più volte all'epoca dei fatti, con migliaia di visualizzazioni sul web. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza anti-prostitute: l'ex sindaco di San Fior porta a processo "La Zanzara"

TrevisoToday è in caricamento