menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondo di Solidarietà: 45 Comuni trevigiani ricorrono al Tar con Asolo

Il Comune ha sottoscritto nei giorni scorsi  il ricorso contro il D.P.C.M 10/09/2015 e D.M. 23 giugno 2015 relativamente al fondo di solidarietà

ASOLO Nei giorni scorsi la Giunta Comunale ha approvato l’adesione al ricorso avanti al T.A.R. del Lazio contro il “Fondo di solidarietà comunale per l’anno 20015”. L’iniziativa proposta, dall’Associazione Comuni della Marca Trevigiana, ha avuto l’adesione di 45 Comuni, con Conegliano come capofila.

Così sulla questione il sindaco asolano Mauro Migliorini: “Un meccanismo complicato e perverso penalizza Asolo nel versamento del Fondo di Solidarietà a cui sono tenuti tutti i Comuni d’Italia. In proporzione Asolo paga di più di Padova, Treviso o Montebelluna ed alla fine ha una saldo negativo sul Fondo come accade nel Veneto solo ad Asiago, Peschiera del Garda e Sappada. Un regolamento portato a ridistribuire i fondi dove ce n’è più bisogno, con il risultato che i Comuni meno virtuosi (in termini di tempi di pagamento, per esempio, o di situazione debitoria) ricevono più soldi rispetto a quelli più puntuali nelle loro scadenze, e più attenti alle spese. Altro dato fornito dal Governo è  quello dei Comuni a cui le Agenzie delle entrate riterranno delle risorse: in provincia di Treviso riguarda solo Asolo (ben 499 mila euro) e Giavera (71 mila). Nel 2003 i trasferimenti statali corrispondevano a 137 euro pro capite, ridotti nel 2007 a 94,37, mentre dal 2012 è il Comune che restituisce soldi allo Stato”. Per l’impugnativa dei provvedimenti l’Associazione Comuni Marca Trevigiana ha dato incarico legale al prof. avv. Luca Antonini e all’avv. Giacomo Quarneti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento