Stop ai pesticidi in agricoltura, il 24 novembre referendum a Conegliano

Zanoni (PD): “Pieno sostegno, dobbiamo vietare prodotti potenzialmente pericolosi per l’ambiente e la salute”

“Pieno sostegno al referendum per vietare l'uso di pesticidi in agricoltura e a sostegno del biologico. Mi auguro che ci sia un’ampia partecipazione, visto che è un problema molto sentito dai cittadini, come testimoniano anche le oltre 2.600 firme”. Così Andrea Zanoni, consigliere regionale trevigiano del Partito Democratico, si schiera a fianco del comitato ‘Colli puri’ di Conegliano in vista della consultazione che si terrà il 24 novembre. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nei giorni scorsi è stata finalmente ufficializzata la data, adesso l’obiettivo è raggiungere il quorum. Dovrà essere fatta una vasta campagna di sensibilizzazione, ma i numeri avvalorano le preoccupazioni dei promotori del referendum e di tanti residenti. In una vasta area della nostra provincia la monocoltura del Prosecco, altamente impattante dal punto di vista ambientale, è una realtà. La superficie vitata è passata dai 27.846 ettari del 2010 ai 40.230 del 2018, con una crescita costante, favorita dagli incentivi assai generosi garantiti dalla Regione, circa 600 milioni di euro. Parallelamente è aumentata anche la quantità di pesticidi venduti in provincia di Treviso, dalle 3.245 tonnellate del 2013 alle 4.898 del 2017, primato veneto. Si tratta, spesso, di sostanze dannose sia per l’ambiente che per la salute. Per tutelare entrambi la Regione dovrebbe promuovere una seria conversione al biologico; finora però, al di là delle promesse, ha fatto ben poco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento