rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Sport

Treviso ruggisce al Palaverde: superata Pesaro in rimonta

I ragazzi di coach Nicola piazzano un parziale di 19-0 a cavallo tra il terzo e quarto periodo e si impongono 96-82, aggiudicandosi un match fondamentale in ottica salvezza

Serata da cardiopalma al Palaverde. La Nutribullet Treviso interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive, superando Pesaro 96-82 e conquistando due punti fondamentali per la salvezza. Dopo un ottimo primo quarto, giocato sulla scia delle fiammate di Banks e Iroegbu, i padroni di casa sono calati, lasciando intravedere le solite lacune offensive e difensive delle ultime partite. Nella seconda metà di gara la Carpegna ha toccato il +11 sfruttando le sue bocche da fuoco, Cheatham e Abdur-Rahkman. Nel momento di massima difficoltà, Treviso è riuscita però a trovare la forza per rientrare a -2, con un insperato break di 8-0 sul finire del terzo periodo. Questo fattore ha ridato fiducia alla squadra di Nicola, che nell’ultimo periodo ha annichilito Pesaro in entrambe le metà campo, allungando il parziale a 19-0 e concedendo il primo canestro del quarto a Pesaro solamente dopo sei minuti. Se Banks e Iroegbu sono stati gli assoluti protagonisti con 25 punti ciascuno, una menzione particolare meritano Sorokas e Jantunen, che si sono accesi proprio nella fase cruciale del match. Questa vittoria consente a Treviso di portarsi a +4 su Napoli e Verona a tre giornate dalla fine del campionato, con lo scontro diretto a favore.

CRONACA Coach Nicola schiera in quintetto Iroegbu, Banks, Faggian, Jantunen ed Ellis. Banks parte con cinque punti consecutivi, Cheatham replica con due triple di fila. Iroegbu segna dalla lunga distanza: percentuali ottime fin qui per Treviso. Banks propizia la fuga di Treviso con due triple di fila: avvio strepitoso dell’ex Brindisi che è già in doppia cifra (11).  Gudmundsson spezza il break di TVB (10-0), i padroni di casa restano però sul +10 grazie all’ennesima tripla realizzata da Iroegbu. Visconti è il più ispirato per Pesaro e firma il -8, dopo i primi dieci minuti Treviso conduce 27-19.

Visconti riprende da dove aveva lasciato e realizza la tripla del -5. Treviso arranca offensivamente e si affida ancora a Banks, che va a bersaglio con il primo canestro del secondo quarto. Delfino con esperienza si mette in proprio e riporta Pesaro ad un possesso di distanza, Nicola è costretto al time-out dopo il fallo in attacco di Iroegbu. Tambone pareggia dall’arco, Iroegbu fa 3/3 in lunetta. Cheatham va a bersaglio dall’arco: Pesaro prende il comando del match. Ellis realizza un gioco da tre punti che gli dà confidenza sotto canestro, match di nuovo in parità. Cheatham non si placa ed è ancora prolifico da tre, si va all’intervallo sul 43-44 per Pesaro dopo l’appoggio di Iroegbu.

Charalampopoulos e Tambone fanno partire Pesaro con il giusto sprint, anche se gli ospiti sono già in bonus dopo 4 minuti. Treviso fa fatica a segnare ma rimane a contatto affidandosi ai tagli a canestro di Jantunen. Tambone raggiunge Charalampopoulos e commette il quarto fallo: un problema non da poco per gli ospiti. Abdur-Rahkman e Totè innescano la prima fuga di Pesaro: +8 e time-out obbligato di Nicola. Abdur-Rahkman punisce ancora dalla lunga distanza, gli ospiti ora hanno per la prima volta un vantaggio in doppia cifra. Sorokas realizza un gioco da tre punti, rispondendo alla tripla quasi mortifera di Abdur-Rahkman. Treviso si riaccende di colpo: le triple di Zanelli e Sorokas la riportano a -2 a dieci minuti dalla fine (69-71).

Sorokas pareggia: 71-71, finale tutto da vivere. Treviso va in bonus dopo appena due minuti, non una bella notizia per Marcelo Nicola. Banks scarica per Jantunen, che dall’arco non sbaglia. Dopo il time-out di Repesa, Jantunen realizza un’altra pesante tripla: +6 dei padroni di casa. Zanelli ruba palla a Tambone e subisce fallo antisportivo. Treviso, spinta dal Palaverde, mette la quarta: l’alley-oop di Iroegbu per Ellis vale il +9. Treviso è sempre più in possesso della gara con un parziale aperto di 19-0, Pesaro deve ancora segnare un canestro in questo ultimo periodo. Kravic e Moretti svegliano gli ospiti dal torpore, ci pensano però Iroegbu e Sorokas a ipotecare la gara con due triple. Iroegbu mette il punto esclamativo con la bomba del +15, Treviso gioca con il cronometro e vince 96-82.

MARCATORI

Nutribullet Treviso Basket: Banks 25, Iroegbu 25, Sorokas 17, Jantunen 16

Carpegna Prosciutto Pesaro: Cheatham 17, Abdur-Rahkam 15, Charalampopoulos 11, Tambone 8

PAGELLE

Nutribullet Treviso Basket

Adrian Banks 8.5 Inizia il match con cinque punti consecutivi e va in doppia cifra dopo pochi minuti, lasciando intendere di essere in una delle sue serate. Inevitabilmente le sue percentuali calano nel corso della gara ma non il suo istinto clutch quando si tratta di battere il difensore in 1vs1.

Ike Iroegbu 9 La maggior parte delle vittorie di Treviso quest’anno sono arrivate quando è riuscito a imitare il ritmo offensivo di Banks, lo stesso è successo stasera. Oltre ai punti, arrivati con percentuali quasi perfette (4/6 da tre, 3/4 da due), è riuscito a mettere in ritmo i compagni come non gli era riuscito in altre occasioni. Perfetto anche ai liberi (7/7), chiude con la miglior valutazione (32).

Octavius Ellis 6.5 Mette in mostra il suo potenziale offensivo dal post, accusa molto la fisicità dei lunghi di Pesaro nel secondo e terzo periodo. Alza il livello dell’intensità nell’ultimo quarto, il cui apice è la schiacciata del +9 su assist di Iroegbu.

Paulius Sorokas 8 L’uomo che non ti aspetti. Tra i peggiori fino alla fine del terzo quarto, si prende la scena con sette punti consecutivi che danno il via al parzialone. Prende fiducia e non sbaglia più nulla: compresa la tripla che mette la partita in ghiaccio.

Mikael Jantunen 8 Prestazione di alto livello, simboleggiata dalle due triple consecutive che spingono TVB in controllo nell’ultimo quarto. Nel mezzo però c’è una partita lucida soprattutto nel momento più difficile della gara, in cui i suoi tagli a canestro hanno dato ossigeno.

Alessandro Zanelli 6.5 La tripla che dà la carica emotiva per la rimonta, i due recuperi, soprattutto quello che forza l’antisportivo a Tambone: c’è anche la sua firma in questa vittoria.

Hugo Invernizzi 5 Zero acuti offensivi, luci e ombre in difesa: la sintesi della sua parentesi in maglia TVB.

Leonardo Faggian 5 Non è la sua serata, quella palla persa che ha portato alla tripla di Abdur-Rahkman poteva costare molto di più.

Mikk Jurkatamm S.V. Tre minuti sul parquet.

MVP di TrevisoToday: Ike Iroegbu

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso ruggisce al Palaverde: superata Pesaro in rimonta

TrevisoToday è in caricamento