rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Volley

B1. L’Azimut Giorgione non vuole guardare la classifica, ma i numeri sono già incoraggianti

Il primo posto virtuale della formazione trevigiana nel girone B non ha scalfito l’umore dell’ambiente che vuole mantenersi ancora cauto

Secondo lo scrittore inglese Samuel Butler, niente è più incauto dell’eccessiva prudenza e cautela. Sarà anche vero, ma l’Azimut Giorgione preferisce mantenere questo mood nonostante un avvio brillante di stagione nella Serie B1 di volley femminile. La società di Castelfranco Veneto ha più volte ripetuto di non essere intenzionata aguardare la classifica, forse dopo essere rimasta eccessivamente scottata per l’andamento altalenante dell’ultimo campionato. Si continuerà a vivere alla giornata dunque, con questi fari spenti che potrebbero essere l’arma in più di un team che è già capolista virtuale del girone B.

Le trevigiane di coach Carotta, infatti, hanno vinto tutte le 5 gare disputate finora, un filotto incoraggiante e che rappresenta però soltanto una piccola parte dell’impegno che servirà per conquistare risultati ambiziosi. Intanto i numeri premiano già Giorgione. Basta mettere a confronto la classifica della stagione 2022-2023 e quella 2023-2024 per capire che qualcosa è cambiato. Dopo cinque gare, esattamente un anno fa l’Azimut aveva 8 punti all’attivo, mentre oggi ne ha 13, dunque cinque in più.

B1. L’Azimut Giorgione è imbattibile! A Chioggia arriva uno spettacolare 3-0

Se poi le trevigiane dovessero battere l’Aduna Padova nel prossimo turno (domenica 19 novembre a Castelfranco), il bottino sarebbe addirittura già doppio rispetto a dodici mesi prima. La sfida con le padovane è però più insidiosa di quello che racconta la classifica attuale (le prossime avversarie del Giorgione sono penultime con 3 punti), spesso in questi match si nascondono insidie impreviste. Servirà dunque la massima concentrazione, la stessa vista nei cinque incontri disputati in cui è stato lasciato ben poco alle altre formazioni.

Dopo il 3-0 di Chioggia, coach Carotta ha improntato il suo commento post-partita alla consueta prudenza: “Ci siamo sbloccati fuori casa, incameriamo altri tre punti e guardiamo alla prossima partita”. La strategia sta funzionando, si potrà dire che è soltanto l’inizio di una nuova stagione ma chi ben comincia è a metà dell’opera e proprio l’avvio stentato dello scorso anno ha poi determinato un ritardo rispetto alla zona play-off che l’Azimut non è più riuscito a recuperare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1. L’Azimut Giorgione non vuole guardare la classifica, ma i numeri sono già incoraggianti

TrevisoToday è in caricamento