rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità Vazzola

Piave Servizi, 2 milioni e 500mila euro per il depuratore di Vazzola

Investimento per migliorare la qualità del servizio idrico, con l'aumento della potenzialità a 7mila abitanti equivalenti. Inizio lavori previsto per questa primavera

Sono stati ufficialmente confermati i lavori che porteranno all’adeguamento funzionale del depuratore a servizio della fognatura comunale di Vazzola: un intervento che prevede, oltre ad una serie di implementazioni tecniche, l’ampliamento fino ad una potenzialità di 7mila abitanti equivalenti, a pieno supporto del servizio nelle aree di espansione urbanistica prevista per i prossimi anni.

Per la realizzazione delle nuove volumetrie del depuratore, che attualmente supporta 4mila a.e. ed è dotato di una filiera di trattamento che ha ormai raggiunto i suoi limiti progettuali, verranno utilizzate l’area limitrofa dell’ex piazzola ecologica, nonché un’ulteriore porzione di terreno a sud-est, di proprietà comunale. Saranno demolite alcune unità operative della filiera di processo esistente non più funzionali, al fine di consentire il recupero di aree da adibire a nuove sezioni di trattamento dell’impianto e numerosi interventi che riguarderanno sia la linea acque, che la linea fanghi. «Diamo il via ad un intervento necessario a migliorare sensibilmente le condizioni di servizio dei nostri utenti - afferma il presidente di Piave Servizi, Alessandro Bonet - un ulteriore tassello che va a costituire il quadro degli investimenti sul territorio, volano per il territorio stesso. Ricordiamo infatti che anche nel 2019 il valore economico distribuito della Società, pari a 28 milioni di euro, è stato destinato per la metà ai fornitori, appartenenti per il 49,5% al tessuto delle province di Treviso e Venezia, dove Piave Servizi opera. Tutto questo oltretutto mantenendo per i nostri utenti una delle tariffe per il Servizio Idrico Integrato tra le più esigue d’Italia, 1,74 euro al metro cubo, meno della metà della media europea (3,69 €/metro cubo) e più bassa del 20% rispetto al contesto italiano (2,18 €/metro cubo) e del Nordest».

«Ringrazio Piave Servizi - conclude il sindaco di Vazzola, Giovanni Zanon - per la finalizzazione di questo progetto che sarà interamente finanziato dal gestore, per un importo complessivo di 2 milioni e 500mila euro. Colgo l’occasione per un plauso al presidente Alessandro Bonet, al direttore Carlo Pesce e a tutti i tecnici che saranno coinvolti in questo importante intervento strutturale, risultato raggiunto grazie alla fattiva e proficua collaborazione tra l'amministrazione comunale e Piave Servizi, realtà sempre pronta a dare concretezza alle richieste ed esigenze espresse - conclude Zanon - con una ricaduta estremamente positiva sulla qualità del servizio per i nostri cittadini». I lavori cominceranno nella primavera dell’anno in corso, per concludersi nell’inverno 2021/2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piave Servizi, 2 milioni e 500mila euro per il depuratore di Vazzola

TrevisoToday è in caricamento