rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità Borgo Mestre / Via Riccardo Selvatico, 2

Ucraina, CentroMarca Banca e Caritas: raccolta fondi per le famiglie sfollate

L'istituto di credito trevigiano ha donato 30mila euro alla popolazione colpita dalla guerra. Crowdfunding solidale sulla piattaforma CMB4People. Appello a cittadini e clienti per continuare le donazioni

Il 23 febbraio del 2020 l'Italia iniziava ad affrontare un’emergenza epocale: la pandemia. Esattamente 2 anni dopo il mondo intero si ritrova a dover affrontare una crisi che potrebbe cambiare il destino dell’intero pianeta. Quello che possiamo fare noi, in questo momento, è sostenere chi si prodiga nel territorio per alleviare le sofferenze di tante persone che dall'Ucraina stanno attraversando l'Europa per arrivare anche in Veneto ed in particolare nella provincia di Treviso: le Caritas.

«Chi arriva nel nostro Paese ha bisogno di alloggio, di cibo, di vestiti e medicinali - commenta il direttore della Caritas, Don Davide Schiavon - Chi si trova invece ancora al confine con l’Ucraina necessita di tutto. Le difficoltà logistiche di trasferimento di materiale ci fanno propendere all’invio di denaro sia a favore delle Caritas in loco sia a favore di quella Tarvisina affinché possano assicurare alle famiglie e ai bambini dell’Ucraina protezione, rifugi, coperte, cure mediche e quanto necessario». CentroMarca Banca, che non è nuova ad iniziative di questo genere, ha donato immediatamente 30mila euro, attivando con la Caritas di Treviso una raccolta fondi denominata "Aiuto alle famiglie ucraine" attraverso il crowdfunding solidale CMB4PEOPLE.

I commenti

«Sono le donazioni, anche solo di pochi euro, che messe insieme riescono a creare la grande solidarietà - fa sapere il presidente di CentroMarca Banca, Tiziano Cenedese - Le immagini drammatiche che ci provengono dai notiziari internazionali ci mostrano persone che potrebbero essere i nostri figli o le nostre mogli. Il nostro senso di responsabilità civile, fondato sui valori della Cooperazione, ci ricorda quanto possiamo fare insieme, anche con dei piccoli gesti» ribadisce il presidente.

«È un momento terribile, numerosissimi ucraini sono stati obbligati a lasciare le proprie case e fuggire nei Paesi vicini - conclude il direttore generale di Cmb, Claudio Alessandrini - Crediamo che il sostegno concreto sia la giusta via per dare loro assistenza. Lanciamo questo appello di solidarietà a tutto il territorio in quanto solo attraverso il soccorso e il colloquio daremo un concreto esempio alle future generazioni» conclude il direttore generale.

Come donare

L’invito a donare viene rivolto ad ogni singola persona ma anche alle aziende e realtà economiche del territorio che volessero mettere a disposizione il loro sostegno concreto. Per aderire al crowdfunding “AIUTO ALLE FAMIGLIE UCRAINE”, e fare un versamento che andrà direttamente alla Caritas di Treviso, basterà collegarsi alla piattaforma CMB4PEOPLE sul sito www.cmb4people.org.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, CentroMarca Banca e Caritas: raccolta fondi per le famiglie sfollate

TrevisoToday è in caricamento