Adesivi anonimi per le vie del centro contro il collettivo Ztl

I cartelli raffigurano una nutria all'interno di un simbolo di divieto. E' la seconda azione dopo i fumogeni lanciati durante l'assemblea dei ragazzi

Adesivi anonimi contro il collettivo Ztl Wake Up in Calmaggiore e in via Riccati a Treviso.

Dopo il lancio di alcuni fumogeni  durante l’assemble adel gruppo alla Casa dei Beni Comuni di via Zermanesa, i ragazzi notano alcuni adesivi attaccate sulle vie del centro città, che rappresentato un simbolo di divieto, all’interno del quale è disegnata una nutria.

Mi pare chiaro che i tentativi di intimidazione consumati nel giro di pochi giorni nei confronti dei ragazzi di Ztl rappresentano una vera e propria campagna contro la nuova amministrazione comunale di centrosinistra” commenta Luigi Calesso di Impegno Civile.

Il collettivo Ztl è noto a Treviso per le occupazioni e nell’ultimo periodo lotta per ottenere uno spazio pubblico da autogestire da parte dell’amministrazione comunale.

“Tentare di intimidire ZTL, quindi, oltre che colpire la loro presenza culturale e politica in città, significa attaccare anche la nuova amministrazione che è espressione della volontà di cambiamento” continua Calesso.

Il collettivo aveva dichiarato battaglia in seguito al  foglio di via emesso nei confronti di quattro attivisti che, per due anni, non potranno più mettere piede nel territorio comunale. Una delle ordinanze, poi, è stata ritirata ma i ragazzi continuano a far parlare di sé e a manifestare la loro volontà di avere un luogo per sé.

Ma non agiscono indisturbati: pare che in pochi giorni siano stati colpiti da diversi ostacoli, prima i fumogeni e ora gli adesivi.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Fumogeni e adesivi anonimi hanno come obiettivo i ragazzi di Ztl ma sono funzionali al ben più complesso scopo di mettere in discussione proprio l’amministrazione comunale di centrosinistra e le sue scelte, in particolare sulla questione degli spazi, in netta controtendenza rispetto a quelle delle giunte Gentilini-Gobbo”. Concude Luigi Calesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Rapporto sessuale troppo focoso, 30enne si frattura il pene

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento