Cronaca

Il Linguistico Da Collo di Conegliano è sul podio alla "Palestra di Botta e Risposta"

Il Liceo si è aggiudicato la finale regionale della competizione con un dibattito sull'Europa. La squadra delle "Civette" si è aggiudicata il titolo di "Magnifico disputante dell'anno"

CONEGLIANO Sono state quelle degli studenti del Liceo Linguistico Da Collo le migliori “Botte e Risposte” a livello regionale. L’istituto coneglianese, con la squadra delle “Civette” si è aggiudicata, nei giorni scorsi, il titolo di “Magnifico disputante dell’anno” risultando il miglior argomentatore nell’ambito della “Palestra di Botta e Risposta”: le “Civette” si sono imposte, in finale, sul Liceo Scientifico Galilei di Dolo nell’ambito di un confronto su un tema di assoluta attualità: “Europa: una comunità possibile?”

La vittoria al torneo regionale garantirà alla squadra del Da Collo l’iscrizione di diritto a Torneo Nazionale di Palestra di Botta e Risposta che si terrà a Padova, dall’1 al 3 settembre 2017. La pratica del buon dibattito continuerà anche nella scuola con la partecipazione alle prossime Olimpiadi di dibattito, organizzate dal Miur, che prenderanno il via nel mese di settembre. La “Palestra di Botta e Risposta”, giunta all’XI edizione, è nata per iniziativa del prof. Adelino Cattani, docente di Teoria dell’argomentazione presso l’Università di Padova. Il progetto è ambizioso e prevede un percorso di formazione al dibattito regolamentato che fornisca agli studenti delle scuole superiori tutti gli strumenti utili a sostenere e difendere le proprie ragioni. Alla fase di formazione segue un torneo di disputa che vede coinvolti otto licei della Regione.

Il progetto è approdato quest’anno per la prima volta al Da Collo (unico istituto nella provincia di Treviso ) il cui dirigente Vincenzo Gioffrè, attento all’innovazione didattica e alle attività che mettono al centro del processo di apprendimento gli studenti, ha accolto la proposta della prof.ssa Novella Varisco – da alcuni anni coinvolta nel progetto del prof. Cattani - di avvicinare studenti e insegnanti alla pratica della disputa regolamentata. Si è quindi formato un ampio team composto da una ventina di studenti delle classi IV e da cinque docenti di filosofia e lettere nelle vesti di coach (Anna Piaser, Francesca Zaccaron, Novella Varisco, Stefano Colmagro e Giorgio Allani) che dopo l’iniziale formazione, ha cominciato il proprio cammino nel torneo regionale. Le tre dispute della fase di qualificazione, nel corso delle quali sono stati affrontati topici non solo filosofici ma anche di rilievo socio-politico (L’importante non è partecipare, ma vincere? Vive meglio chi si illude? Fine pena mai: è giusto l’ergastolo?) sono state vinte dalla squadra delle Civette del Da Collo che, qualificatasi alla semifinale, ha poi avuto la meglio sugli Scacchi Matti del Liceo Classico Tito Livio di Padova.

Così il team, neofito di Botta e Risposta, ha conquistato la finale regionale che è stata disputata presso l’Auditorium dell’Orto Botanico di Padova. Nel topico “Europa: una comunità possibile?”, la squadra coneglianese ha sostenuto, contro i “Guaivi dea Riviera” del Liceo Scientifico Galilei di Dolo, l’onere pro. Il dibattito, definito dallo stesso professor Cattani come uno dei migliori degli undici anni di vita del progetto, ha visto la vittoria della squadra del Da Collo (composta per questo incontro da Martina Sartor, Martina Barbirato, Emma Dal Mas, Francesca Orrù, Francesca Moz, Asia Fontana, Elisa Pettinà) con 308 punti contro 295 del team del Galilei. Miglior oratrice del giorno per la squadra delle Civette è stata proclamata Asia Fontana. La vittoria al torneo regionale ha garantito alla squadra del Da Collo l’iscrizione di diritto a Torneo Nazionale di Palestra di Botta e Risposta che si terrà a Padova, dall’1 al 3 settembre 2017. Ma la pratica del buon dibattito continuerà nella scuola anche con la partecipazione alle prossime Olimpiadi di dibattito, organizzate dal Miur e che avranno avvio nel mese di settembre.

“Grande soddisfazione per questa vittoria che ha coronato un anno di lavoro di studenti e insegnanti che si sono spesi senza riserve per ottenere questo risultato – ha commentato il dirigente scolastico, Vincenzo Gioffré - L’esperienza si colloca nella fascia che tende a valorizzare le eccellenze. Il nostro Istituto, che tanto lavora per recuperare i ragazzi con maggiori difficoltà, con questo progetto ha avviato un percorso per valorizzare gli studenti con maggiori capacità”. Il “Da Collo”, che oltre al Linguistico comprende anche l’Istituto Tecnico per il Turismo, conta attualmente su 1.200 alunni distribuiti in 52 classi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Linguistico Da Collo di Conegliano è sul podio alla "Palestra di Botta e Risposta"

TrevisoToday è in caricamento