menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale di Valdobbiadene, 6 milioni e 500mila euro per la ristrutturazione

Il presidente del Veneto ha firmato mercoledì 16 settembre l'accordo di programma per la riqualificazione del Guicciardini. Istituti San Gregorio si faranno carico della spesa

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha sottoscritto, oggi, mercoledì 15 settembre, l’aggiornamento all’accordo di programma per la riconversione del dismesso ospedale Guicciardini di Valdobbiadene. Insieme al Governatore hanno firmato il documento il sindaco di Valdobbiadene, Luciano Fregonese, il direttore generale dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, Francesco Benazzi, e il presidente dell’Ipab Istituti San Gregorio, Alberto Prandin.

Arpav-ospedale-2

Questo il commento del Governatore Zaia: «Con l’intesa siglata in queste ore diamo una riposta importante per il rilancio di una struttura storica e fortemente identitaria per il territorio. Per il vecchio ospedale di Valdobbiadene, infatti, viene definita in maniera puntuale una destinazione risolutiva nel rispetto della sua storica valenza sociosanitaria. Non si tratta soltanto della ristrutturazione di un complesso immobiliare ma anche della riorganizzazione e riqualificazione delle attività assistenziali. Siamo di fronte ad un traguardo di grande importanza per la collettività locale e quella di tutta una fascia importante della Marca». Gli interventi principali previsti nell'accordo di programma, come la ristrutturazione del padiglione "Fabris" e del padiglione "Piva”, la demolizione del padiglione "Geronazzo" e la realizzazione del parcheggio (gestione affidata al Comune) con area di ammassamento in caso di emergenze sono stimati complessivamente in 6 milioni e 500mila euro. Della spesa se ne fanno carico gli Istituti San Gregorio. Tra i vari impegni specifici, l’Ulss 2 parteciperà con un contributo di 500mila euro e confermando la disponibilità al progetto degli immobili di sua proprietà di cui gli Istituti disporranno in usufrutto gratuito per trent'anni rinnovabili. Gli istituti e l'azienda si sono impegnati a realizzare gli interventi edilizi previsti, previa acquisizione delle dovute autorizzazioni, entro cinque anni dall'immissione degli Istituti nel possesso dell’immobile. L’integrazione all'accordo interviene su quello siglato ormai tredici anni fa e che aveva trovato solo in parte attuazione, incontrando sensibili difficoltà, soprattutto a causa della cambiata situazione del mercato immobiliare che ha ostacolato alcune alienazioni da parte degli enti firmatari, necessarie per procedere agli interventi. «Oggi abbiamo in mano la chiave per andare avanti - conclude il Governatore - La determinazione della Regione a giungere all'attuazione risolutiva ha trovato tutta la collaborazione necessaria da parte degli altri enti coinvolti. Li ringrazio perché hanno svolto un lavoro non facile, concordando e concludendo nuovi impegni che hanno consentito questo risultato di oggi a beneficio di una così ampia comunità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento