rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Paese

Duplice omicidio a Paese, ci sarà la perizia psichiatrica sul killer

Massimo Pestrin, il 51enne che mercoledì scorso ha ucciso a colpi di pistola il fratello Lino e la cognata Rosanna Trento sarà esaminato da uno psichiatra. Lo ha deciso la Procura di Treviso che darà domani, 9 maggio, l'incarico all'esperto. Ma nulla storia clinica dell'omicida lascerebbe pensare ad un problema di tipo mentale

Ci sarà la perizia psichiatrica su Massimo Pestrin, il 51enne che mercoledì scorso ha ucciso a colpi di pistola il fratello Lino e la cognata Rosanna Trento nella loro casa di via Monsignor Brada a Paese . A disporre l'esame è stata la Procura di Treviso. L'incarico al psichiatra incaricato dell'esame ci sarà domani 8 maggio. «Abbiamo deciso per una consulenza - spiega il Procuratore di Treviso Marco Martani - dal momento che il movente dell'omicidio, rispetto a quanto detto dallo stesso indagato, è di tipo paranoide. Pestrin, a sommarie informazioni, ha detto infatti di aver agito perché si sarebbe sentito vittima di un complotto. Del resto la perizia, se non fosse stata disposta da noi, sarebbe probabilmente stata chiesta dalla difesa a processo. Non ci sono comunque elementi che al momento facciano propendere per un incapacità di intendere e volere dal momento che l'omicida reo confesso non ha una storia clinica che parla di problemi mentali».

«Prendo atto delle decisioni del sostituto procuratore - ha detto l'avvocato di Pestrin Annalisa Zanin - e vediamo che cosa uscirà da questo esame. Posso solo dire che il mio cliente sta male e non si capacita del delitto che ha commesso». Intanto, sempre domani, verrà eseguita l'autopsia sui corpi delle due vittime, che sarebbero state assassinate con almeno 17 colpi partiti dalla pistola che Massimo Pestrin, che fino allo scorso marzo prestava servizio come guardia giurata presso la "Carniel" deteneva in maniera legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio a Paese, ci sarà la perizia psichiatrica sul killer

TrevisoToday è in caricamento